Image

Il sistema integrato di gare per i servizi innovativi per le Pubbliche Amministrazioni è il progetto che coinvolge l'AgID e Consip con l’obiettivo di supportare la PA italiana nel rispetto degli obblighi di legge stabiliti dal Codice per l’Amministrazione Digitale e di attuazione dell’Agenda Digitale Italiana.

L’Agenda definisce, infatti, la strategia nazionale a breve e a lungo termine, nel quadro dell’Agenda Digitale Europea, per accelerare lo sviluppo dell’infrastruttura digitale e promuovere la diffusione sul territorio nazionale dell’uso delle tecnologie, dei servizi e dei processi digitali. Obiettivo prioritario è contribuire alla modernizzazione dei rapporti tra PA, cittadini e imprese, attraverso azioni coordinate volte a:

  • favorire lo sviluppo di domanda e offerta di servizi digitali innovativi
  • incentivare cittadini e imprese all’utilizzo di servizi digitali
  • promuovere la crescita di capacità industriali adeguate a sostenere lo sviluppo di prodotti e servizi innovativi
  • potenziare l’offerta di connettività a larga banda

 

Tale strategia nazionale, per la quale Agid ha il compito di garantire la realizzazione degli obiettivi, si prefigge risultati sfidanti, tra i quali: rendere liberamente disponibili i dati delle Pubbliche Amministrazioni; incentivare comportamenti trasparenti, responsabili ed efficienti del settore pubblico; alimentare l’innovazione; stimolare una crescita economica più “intelligente” basata sull’informazione e sulla conoscenza, operando su quattro fronti principali, banda larga e ultra-larga, smart Communities/Cities, open data e cloud computing.

In tale contesto, secondo quanto previsto dall’articolo 4, comma 3 quater, del d.l. 6 luglio 2012, n. 95, oltre ai contratti SPC 2 Connettività e S-Ripa 2  Connettività, Consip ha bandito una serie di iniziative di gara:

 

GARA SPC 2 CONNETTIVITA' – ID 1367

  • Oggetto: servizi di connettività per le PA (Servizi di trasporto, sicurezza perimetrale…).
  • Valore complessivo: 2,4 miliardi di euro.
  • Stato: Il contratto quadro è ATTIVO
*Il 1 Luglio 2021 il fornitore Telecom Italia SpA è subentrato al fornitore Bt Italia SpA a seguito del perfezionamento dell’acquisizione di ramo d’Azienda. Le Amministrazioni devono migrare al nuovo fornitore solo a valle dei collaudi dei singoli servizi riportati nella tabella di cui al seguente link

Documentazione iniziativa

 

ACCORDO QUADRO S_RIPA 2 – ID 1860

  • Oggetto: progettazione rete e servizi di connettività della Rete Internazionale delle PA 
  • Valore complessivo: € 110.000.000 (centodiecimilioni), per i servizi di connettività, sicurezza, comunicazione evoluta e servizi professionali, a cui vanno aggiunti i Servizi VoIP per un quantitativo massimo di 1.500 linee
  • Stato: l’Accordo Quadro è ATTIVO. 

Documentazione iniziativa

 

GARA SERVIZI DI SICUREZZA DA REMOTO – ID 2296

  • Oggetto: La gara è suddivisa in due lotti: Lotto 1 (Servizi di sicurezza da remoto. Valore: 468 milioni), Lotto 2 (Servizi di compliance e controllo. Valore: 117 milioni).
  • Valore complessivo: 585 milioni di euro
  • Stato: l’Accordo Quadro è ATTIVO 

Documentazione iniziativa

 

GARA SERVIZI CLOUD*/**/*** – ID 1403

  • OggettoLa gara è suddivisa in quattro lotti: Lotto 1 (Servizi cloud evoluti. Valore: 500 milioni), Lotto 2 (Servizi di identità digitale e sicurezza applicativa. Valore: 600 milioni), Lotto 3 (Servizi di interoperabilità dati e cooperazione applicativa. Valore: 400 milioni), Lotto 4 (Servizi di realizzazione portali e servizi on-line. Valore: 450 milioni).
  • Valore complessivo: 1,95 miliardi di euro.
  • Stato: Il contratto quadro è ATTIVO per i lotti 2, 3 e 4. 
*I massimali dei Contratti Quadro per tutti i lotti sono stati estesi del valore del 50% in applicazione della Legge all’art 16 bis del decreto-legge 21 ottobre 2021, n. 146, conv. in legge 17 dicembre 2021, n. 215.
**Il DL 17 maggio 2022, n. 50 all’art. 49, comma 2, ha esteso la durata temporale di tutti i lotti del Contratto Quadro Cloud sino al 31/12/2022, relativamente ai Contratti Esecutivi per i quali erano già state disposte proroghe, il rapporto contrattuale proseguirà tra le Parti sino alla data conseguente a tale proroga, con la conseguenza che gli stessi si considereranno interamente soggetti alla disciplina di cui al Contratto Quadro fino a tale data e comunque non oltre il 31 dicembre 2022. Non sarà possibile disporre proroghe future ai sensi dell’art. 5.2 in mancanza dei presupposti ivi previsti.
***Si avvisano le Amministrazioni che il Contratto Quadro Cloud Lotto 1 - Servizi di Cloud computing, di sicurezza, di realizzazione di portali e servizi on-line e di cooperazione applicativa – ha raggiunto il massimale e pertanto non saranno accettati nuovi Piani dei fabbisogni, il fornitore non predisporrà i corrispondenti progetti di quelli già ricevuti e non verranno controfirmati ulteriori contratti esecutivi anche se già firmati unilateralmente dalle Amministrazioni. Il fornitore sta effettuando una ricognizione di eventuali importi residui. 

Documentazione iniziativa

 

GARA SISTEMI GESTIONALI INTEGRATI – ID 1607

  • Oggetto: Sistemi ERP, la gestione dei procedimenti amministrativi, il supporto alla semplificazione dei processi.
  • Valore complessivo: 700 milioni di euro.
  • Stato: Il contratto quadro è CHIUSO. 

Documentazione iniziativa

 

Sulla base di quanto previsto dall’articolo 1, comma 512, della legge 28 dicembre 208, per gli acquisti di beni e servizi informatici e di connettività le amministrazioni pubbliche e le società inserite nel conto economico consolidato della pubblica amministrazione devono ricorrere agli strumenti di acquisto e negoziazione messi a disposizione da Consip o dai soggetti aggregatori. Le dette amministrazioni e società potranno procedere ad acquisti autonomi di beni e servizi informatici di connettività esclusivamente qualora il bene o il servizio non sia disponibile in strumenti di acquisto e negoziazione di Consip o dei soggetti aggregatori o non sia idoneo al soddisfacimento dello specifico fabbisogno dell’amministrazione o in caso di necessità ed urgenza comunque funzionali ad assicurare la continuità della gestione amministrativa e comunque solo a seguito di apposita autorizzazione motivata dell’organo di vertice amministrativo, dandone comunicazione all’ANAC e all’AGID.

 

IL CONTRIBUTO DOVUTO A CONSIP

Le gare in ambito SPC (connettività, cloud, sistemi gestionali integrati, sicurezza da remoto) sono i servizi che supportano le amministrazioni nell’attuazione dall’Agenda digitale. Per queste gare è dovuto a Consip il pagamento di un contributo, in attuazione dell’art. 18, comma 3, del D.Lgs. 1 dicembre 2009 n. 177 da corrispondere a Consip, ai sensi dell’art. 4, comma 3-quater, del DL 6 luglio 2012, n. 95, convertito con modificazioni in L. 7 agosto 2012 n. 135.

Il calcolo del contributo dovuto a Consip sarà effettuato nei termini di legge sulla base delle seguenti indicazioni, conformemente all’art.2 “Contributo  dovuto  con  riferimento  ad  accordi  o contratti quadro” del Dpcm 23 giugno 2010:

2.a) per i contratti esecutivi di accordi o contratti quadro di acquisizione di beni e servizi informatici e telematici, il cui corrispettivo non sia superiore ad euro 1.000.000,00: 8 per mille del valore del contratto esecutivo sottoscritto;

2.b) per i contratti esecutivi di accordi o contratti quadro di acquisizione di beni e servizi informatici e telematici, il cui corrispettivo sia superiore ad euro 1.000.000,00: 5 per mille del valore del contratto esecutivo sottoscritto;

2.c) per gli atti aggiuntivi a contratti esecutivi: 3 per mille sull'incremento tra il valore del contratto esecutivo ed il valore dell'atto aggiuntivo.

Il contributo, così come previsto dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 23 giugno 2010, deve essere versato dalle amministrazioni entro 30 giorni dalla data di sottoscrizione dei contratti. 

Con specifico riferimento all’iniziativa CQ SPC2, l’Amministrazione, per determinare il valore contrattuale per il calcolo del contributo da corrispondere a Consip, potrà fare riferimento al costo giornaliero indicato dal fornitore sul progetto dei fabbisogni e moltiplicare tale costo per il numero dei giorni (1) che intercorrono tra la stipula del contratto esecutivo e la data di termine del contratto quadro (23 maggio 2023), in coerenza con quanto indicato nel par. 5.3 del contratto quadro OPA.

(1) Per il calcolo dei giorni occorre adottare il procedimento dell'anno civile ovvero  si conteggiano i giorni effettivi di ogni mese quali risultano dal calendario e si considera l'anno pari a 365 giorni (o 366, nel caso di anno bisestile).

 

Il pagamento del contributo, deve essere effettuato tramite bonifico bancario sul seguente IBAN:

  • Banca: Intesa San Paolo - IBAN: IT 27 X 03069 05036 100000004389

 

Nella causale del bonifico bancario occorre specificare il cig derivato e il ctr di riferimento:

  • Contratto quadro SPC 2 =  SPC 2
  • Proroga SPC 2015/2017 = Proroga SPC 1
  • Proroga SPC 2013/2015 = Proroga SPC
  • ​Accordo Quadro Sicurezza da Remoto Lotto 1 = Sicurezza 1 
  • Accordo Quadro Sicurezza da Remoto Lotto 2 = Sicurezza 2
  • Contratto quadro Cloud Lotto 1 = Cloud 1
  • Contratto quadro Cloud Lotto 2 = Cloud 2
  • Contratto quadro Cloud Lotto 3 = Cloud 3
  • Contratto quadro Cloud Lotto 4 = Cloud 4
  • Contratto quadro Sistemi Gestionali Integrati Lotto 1 = SGI 1
  • Contratto quadro Sistemi Gestionali Integrati Lotto 2 = SGI 2
  • Contratto quadro Sistemi Gestionali Integrati Lotto 3 = SGI 3 
  • Contratto quadro Sistemi Gestionali Integrati Lotto 4 = SGI 4 
  • Contratto quadro Sistemi Gestionali Integrati Lotto 5 = SGI 5 ​

 

Ai fini del pagamento si specifica inoltre quanto segue:

  1. i contributi di cui all’art.18, comma 3 del D.LGS.1 dic.2009 n .177 sono considerati fuori campo dell’applicazione dell’IVA, ai sensi dell’art.2, comma 3, lettera a) del D.P.R. del 1972 e pertanto non è prevista nessuna emissione di fattura;
  2. in considerazione della natura di contributo per la copertura dei costi relativi alle attività espletate in funzione di compiti istituzionali affidati ex lege, i contributi di cui all’art.18, comma 3 del d.lgs. 1 dicembre 2009, n. 177 non rientrano nell’ambito di applicazione della tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’articolo 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136.