Image

2 dicembre 2020 - Fra le merceologie che le pubbliche amministrazioni acquisiscono per il loro funzionamento occupano un ruolo di rilievo i beni e i servizi che garantiscono la mobilità delle persone – dipendenti o cittadini – e delle merci. La spesa annua della PA per tale merceologia ammonta a circa 1,8 miliardi di euro, suddivisa in due grandi categorie:

  • Veicoli operativi senza conducente
  • Autobus urbani ed extraurbani (per il trasporto pubblico locale).

Su questa spesa, Consip – in qualità di centrale di committenza nazionale – ha sviluppato negli anni diverse iniziative in grado di soddisfare la domanda specifica della PA, attraverso un variegato insieme di soluzioni.

 

LE INIZIATIVE RELATIVE AI VEICOLI

Le iniziative Consip nel settore automotive hanno l’obiettivo di fornire alla PA un’ampia scelta di veicoli operativi per le esigenze di trasporto di persone (e/o merci), diversificata per:

  • Formula di acquisizione (acquisto o noleggio)
  • Modelli (diversi segmenti e alimentazioni)
  • Destinazione d’uso e allestimento (es. veicoli blindati o con allestimenti speciali per forze di sicurezza o polizia locale).

Grazie alla flessibilità degli strumenti di e-procurement e al frequente rinnovo delle iniziative con gare a cadenza annuale, l’offerta alle PA si è adeguata negli anni alle disposizioni di legge vigenti in materia di acquisizione dei veicoli da parte delle PA (che hanno limitato, ad esempio, la facoltà di ricorrere alla formula dell’acquisto o di acquisire autovetture oltre i 1600 cc di cilindrata).

Sono state messe a disposizione delle PA diverse convenzioni – grandi contratti quadro grazie ai quali le PA possono acquistare direttamente i beni e i servizi dai fornitori selezionati da Consip attraverso gare. Nel dettaglio si tratta delle convenzioni:

  • Veicoli operativi in noleggio, per la fornitura di veicoli operativi in noleggio a lungo termine senza conducente
  • Veicoli operativi in acquisto, per la fornitura di veicoli di diverse fasce/categorie per il trasporto di persone e/o merci, con relativi servizi connessi ed accessori, opzionali e personalizzazioni
  • Veicoli operativi per le forze di sicurezza (in acquisto e in noleggio), per la fornitura di veicoli caratterizzati da equipaggiamenti specifici per la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica e per la tutela del territorio (polizia locale)
  • Veicoli blindati, per la fornitura di autovetture e fuoristrada protetti, destinati a soggetti istituzionali incaricati di tutelare l’ordine e la sicurezza pubblica e a soggetti che hanno necessità di protezione (magistrati, alti funzionari delle forze dell’ordine).

Tra i benefici che le amministrazioni hanno tratto da queste iniziative si segnalano:

  • Sensibile risparmio sui prezzi rispetto alle amministrazioni che acquistano fuori dalle convenzioni Consip. Negli anni le iniziative sull’acquisto e noleggio di autoveicoli hanno portato a risparmi stimabili in circa il 30% dei prezzi medi della PA
  • Semplificazione del processo d’acquisto. Tutte le iniziative consentono di acquisire facilmente i veicoli attraverso l’invio di un ordine diretto, senza ulteriori oneri per la PA e senza la necessità di espletare una gara a procedura aperta, anche in caso di acquisti di importo superiore alla soglia di rilievo comunitario, quindi con un ulteriore risparmio sui costi di processo
  • Contributo al rinnovamento del parco auto della PA. Attraverso le convenzioni, nell’arco degli ultimi 15 anni, sono stati acquisiti o noleggiati oltre 115mila veicoli, che sono andati a rinnovare il parco auto pubblico
  • Attenzione agli aspetti di sostenibilità ambientale. L’offerta di veicoli rispetta pienamente i Criteri Ambientali Minimi (c.d. CAM) previsti dal Ministero dell’Ambiente e mette a disposizione anche mezzi con alimentazioni elettriche, ibride, a metano.

Nel corso degli anni, attraverso tali convenzioni, le amministrazioni pubbliche hanno acquisito:

  • 66mila veicoli operativi in noleggio per un valore pari a circa 1 mld/
  • 48mila veicoli operativi in acquisto per un valore pari a circa 630 mln/
  • 13mila veicoli operativi per le forze di sicurezza e blindati (in acquisto e in noleggio) per un valore pari a circa 400 mln/€.

Adeguandosi all’evoluzione del mercato e della domanda pubblica, Consip ha recentemente modificato l’approccio a questo settore, utilizzando per le nuove iniziative lo strumento dell’Accordo quadro multifornitore, che andrà progressivamente a sostituire le convenzioni per il noleggio e l’acquisto.

A differenza della convenzione – che presenta un unico fornitore aggiudicatario per ciascun lotto – l’Accordo quadro prevede l’aggiudicazione a più operatori economici e permette l’approvvigionamento di veicoli con ordine diretto di fornitura mediante l’utilizzo di un configuratore. Attraverso questo strumento le PA inseriscono le proprie esigenze di acquisto e individuano il fornitore che presenta la migliore offerta in relazione non solo al prezzo, ma anche ai costi legati all’efficienza dei veicoli (consumi) e alle esternalità ambientali (CO2). In tal modo la scelta del fornitore dipende dalla valutazione complessiva del costo sostenuto dalle amministrazioni, secondo l’approccio del “ciclo di vita del prodotto”.

Questo strumento è stato utilizzato per le nuove iniziative:

  • Veicoli operativi in acquisto (la gara è stata avviata a fine marzo 2020 e l’Accordo quadro sarà disponibile entro il primo trimestre del 2021)
  • Veicoli operativi in noleggio (gara avviata a settembre 2020 e l’Accordo quadro sarà disponibile entro il primo semestre del 2021).

 

L’OFFERTA PER IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE

Una specifica attenzione è stata dedicata in questi anni ai fabbisogni del trasporto pubblico locale (urbano ed extraurbano).

In particolare, l’ultima convenzione per l’acquisto di Autobus urbani ed extraurbani (edizione 3), attivata nel 2018, è stata integrata con il “Programma nazionale di rinnovo straordinario del parco materiale rotabile su gomma” del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che prevedeva un cofinanziamento del 60% per gli acquisti effettuati attraverso la convenzione Consip.

La convenzione – ancora attiva per alcuni lotti – ha registrato un notevole successo, con oltre 1.600 mezzi acquistati da oltre 100 enti e istituzioni pubbliche, per un valore complessivo di oltre 400 mln/.

Anche nel caso del settore autobus, per le nuove iniziative è stato utilizzato lo strumento dell’Accordo quadro multifornitore, che prevede due opzioni di scelta per gli utenti:

  • Nel caso di acquisto di veicoli senza personalizzazioni specifiche, l’azienda o la PA potranno utilizzare l’ordine diretto di fornitura utilizzando, anche in questo caso, un “configuratore”, ovvero uno strumento che individua il fornitore con l’offerta complessivamente migliore dal punto di vista tecnico ed economico
  • Nel caso di acquisto di autobus con personalizzazioni specifiche, l’azienda o la PA potranno rilanciare con un appalto specifico il confronto competitivo fra gli aggiudicatari dell’Accordo quadro, selezionando il fornitore con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

L’Accordo quadro è stato utilizzato per le nuove iniziative:

  • Autobus extraurbani (la gara è stata avviata nell’aprile 2020 e l’AQ sarà disponibile entro il primo trimestre del 2021)
  • Autobus urbani (gara da bandire entro il primo trimestre 2021)

 

L’OFFERTA DI BENI E SERVIZI PER LA MOBILITÀ SUL MEPA

L’offerta Consip nel settore della mobilità delle persone è completata dalle soluzioni disponibili sul Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione (Mepa), per gli acquisti di importo inferiore alla soglia comunitaria, in particolare:

  • Veicoli e forniture per la mobilità (BANDO BENI) ove sono presenti, tra gli altri, categorie quali: Veicoli ad alimentazione convenzionale e Veicoli elettrici e ibridi (autovetture, veicoli commerciali, ciclomotori, ecc.); Attrezzature di ricarica (colonnine, quadretti ecc.); Biciclette; Imbarcazioni; Veicoli speciali (autogru e camion ribaltabili; autoveicoli con piattaforma ad elevazione; veicoli per la manutenzione invernale; veicoli per la manutenzione stradale; carri attrezzi; spanditrici di sale ecc.);
  • Servizi di Trasporto e Noleggio (BANDO SERVIZI) ove sono presenti, tra gli altri, categorie quali Noleggio con conducente e Noleggio senza conducente (autovettura; minibus; autobus; natanti; velivoli) e Strutture e Sistemi per Bike sharing, strumento di mobilità sostenibile a disposizione soprattutto dei Comuni che intendono ridurre i problemi di congestione del traffico veicolare.
  • Servizi di assistenza, manutenzione e riparazione di beni e apparecchiature (BANDO SERVIZI) ove è presente una sottocategoria dedicata alle manutenzioni e riparazioni di veicoli e forniture per la mobilità.
  • Servizi di organizzazione viaggi di istruzione e trasferte di lavoro (BANDO SERVIZI), per la gestione integrata di tutti i servizi per l’organizzazione e lo svolgimento delle trasferte di lavoro del personale delle amministrazioni.

Nel 2019, attraverso queste categorie merceologiche le Pubbliche Amministrazioni hanno effettuato acquisti per un valore complessivo di oltre 166 mln/€, con oltre 27mila procedure concluse.