Vai al contenuto della pagina Vai al menù principale Vai al menù secondario Vai al menù secondo livello

Home

MEPA - Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione

1. Uno strumento da premiare
2. Il Mercato Elettronico della P.A.
3. Scegliere il Mercato Elettronico: tutti i perchè
4. Il Mercato Elettronico  e le Piccole e Medie Imprese
5. Un quadro garantito

Leggi il comunicato stampa sull'aggiudicazione dello European eGovernment Awards 2009.
Leggi le motivazioni della giuria per i vincitori degli Europen eGovernment Awards 2009.

1. UNO STRUMENTO DA PREMIARE

Semplicità, trasparenza interna ed esterna, facilità di confronto, apertura nei confronti delle PMI, riduzione dei costi, tracciabilità delle informazioni, recupero di risorse umane e spinta alla loro riqualificazione, immediatezza di utilizzo, certificazione dellazione amministrativa, flessibilità organizzativa. Questi i più evidenti vantaggi segnalati dagli utilizzatori del Mercato Elettronico della P.A..
I risultati ottenibili dal punto di vista dell'offerta sono altrettanto rilevanti, grazie ad un approccio che consente alle imprese l'accesso diretto al mercato della Pubblica Amministrazione, senza mediazioni, e infatti il 90% dei fornitori abilitati appartiene a piccole e medie aziende, tra cui anche molte microimprese.
Il Mercato Elettronico della P.A. è un unicum in Europa, ma è anche continuamente aggiornato per diventare uno strumento ancora più funzionale, per aumentarne l'utilizzo da parte di Pubbliche Amministrazioni ed imprese, per favorire sempre più una cultura del cost management, di programmazione e di monitoraggio.
Supporto e propositività da parte degli utenti - siano essi Amministrazioni o Imprese - e apertura e reattività a coglierne suggerimenti e stimoli rappresentano il modello di riferimento per un continuo miglioramento sulla strada dell'innovazione.

2. IL MERCATO ELETTRONICO DELLA P.A.

Cos'è
Il Mercato Elettronico della P.A. (MePA) è un mercato digitale per la Pubblica Amministrazione, in cui le P.A. registrate possono ricercare, confrontare e acquisire i beni e i servizi - per valori inferiori alla soglia comunitaria - proposti dalle aziende fornitrici abilitate a presentare i propri cataloghi sul sistema.
Consip definisce in appositi bandi le tipologie di beni e servizi e le condizioni generali di fornitura, gestisce l'abilitazione e la registrazione dei Fornitori e delle Pubbliche Amministrazioni.

Un'ampia offerta da confrontare e comparare
L'abilitazione ai bandi del Mercato Elettronico è aperta a qualsivoglia operatore economico che soddisfi i requisiti richiesti ed è relativa tanto ai Fornitori, quanto ai prodotti e i servizi offerti.
Una volta abilitati, i prodotti e i servizi sono presentati attraverso cataloghi strutturati e descritti nel rispetto dei requisiti minimi indicati nei bandi di riferimento. E' proprio il riferimento alla documentazione del bando e la standardizzazione delle principali caratteristiche tecniche che permette una reale e tempestiva comparazione delle offerte, favorendo un risparmio sui tempi per la definizione delle caratteristiche tecniche della fornitura e/o per la stesura di eventuali condizioni particolari di contratto.

Condividere le informazioni
Il Mercato Elettronico è un sistema in cui 'tutti vedono e si confrontano con tutti', offrendo l'opportunità ad Amministrazioni e Imprese di acquisire maggiori informazioni e competenze.
La documentazione disponibile per i diversi bandi rappresenta un utile riferimento e supporto per la formulazione delle richieste e delle offerte contribuendo ad aumentare la qualità della fornitura. Gli operatori economici, inoltre, hanno la possibilità di acquisire maggiore conoscenza relativamente all'ambito merceologico d'interesse, ottimizzando il proprio posizionamento competitivo rispetto alla concorrenza.

Sempre più on line
La firma digitale è un requisito indispensabile per la registrazione e l'utilizzo del MEPA, sia per le P.A. sia per i Fornitori. La firma digitale, inoltre, è richiesta per conferire valore legale ai documenti, pubblicati e generati attraverso il sistema e consentire la conclusione dei contratti di acquisto in digitale.
Nel 2007 la normativa ha dato un ulteriore impulso alla digitalizzazione degli acquisti, rendendo il Mercato Elettronico della P.A. lo strumento d'obbligo per gli acquisti sotto soglia delle Amministrazioni statali centrali e periferiche, ad esclusione degli istituti e scuole di ogni ordine e grado, delle istituzioni educative e delle istituzioni universitarie.

Come acquistare sul MePA
Nel Mercato Elettronico, una volta individuati all'interno dei cataloghi i beni di interesse, è possibile acquistare tramite Ordine Diretto o tramite Richiesta d'Offerta.

L' Ordine Diretto: acquisti immediati
E' una modalità di acquisto che permette di acquisire sul Mercato Elettronico i prodotti/servizi con le caratteristiche e le condizioni contrattuali indicate a monte nei singoli bandi e visualizzabili sui cataloghi on line. E' sufficiente scegliere gli articoli presenti sul catalogo, verificare le relative condizioni generali di fornitura, compilare il modulo d'ordine indicando la quantità e il luogo di consegna e sottoscriverlo con firma digitale. Al termine della procedura, l'ordine firmato digitalmente è inviato automaticamente al Fornitore che lo evade nei termini e alle condizioni previste nelle condizioni generali di fornitura presenti in ciascun bando di abilitazione.

La Richiesta d'Offerta
La Richiesta di Offerta (RdO) è una modalità di acquisto che permette di negoziare prezzi e condizioni migliorative o specifiche dei prodotti/servizi pubblicati sui cataloghi on line. E' possibile, infatti, richiedere ai Fornitori - selezionati liberamente tra quelli abilitati - diverse e ulteriori offerte personalizzate sulla base di specifiche esigenze. Come la necessità di tempi di consegna più brevi, di servizi di assistenza e manutenzione particolari, caratteristiche tecniche specifiche o condizioni economiche più favorevoli.
Nella Richiesta di Offerta, le Amministrazioni possono allegare appositi documenti contenenti le specifiche condizioni richieste, nonché i criteri sulla base dei quali si intende valutare le offerte.
Le offerte formulate dai Fornitori invitati saranno inviate alle Amministrazioni attraverso il sistema entro i termini indicati dalle stesse P.A..

3. SCEGLIERE IL MERCATO ELETTRONICO: ECCO TUTTI I PERCHE'

Semplificazione, per Amministrazioni e Imprese

Acquistare è più semplice
Il Mercato Elettronico non modifica le regole giuridiche e commerciali che caratterizzano il processo di acquisto delle P.A.. E' uno strumento che consente di ampliare la base dei Fornitori, comparare e confrontare in modo trasparente più offerte riducendo i tempi ed i costi del processo di acquisto. Un processo che avviene nel rispetto dei principi di trasparenza e semplificazione delle procedure, di parità di trattamento e non discriminazione e della normativa e dei regolamenti interni in materia di acquisti.
Il processo è semplificato in quanto l'Amministrazione ha la possibilità di accedere a un elenco di Fornitori già abilitati, effettuare ordini on line immediati o richieste di offerta coinvolgendo più Fornitori.

Un filo diretto con i Fornitori
Nella Richiesta di Offerta, rispetto alle procedure di gara tradizionali, sono ridotti al minimo i passaggi burocratici non necessari, grazie ad una modalità di interazione con i Fornitori invitati molto più semplice e immediata. Ad esempio, attraverso le funzionalità disponibili sul sistema è possibile inviare chiarimenti a tutti gli operatori invitati, fornire - se ritenuto opportuno - la graduatoria delle offerte ed inviare alle Imprese partecipanti la comunicazione relativa all'esito della procedura.

Più tranquilli e più veloci
Il Mercato Elettronico abbrevia i tempi per la definizione delle caratteristiche tecniche dei prodotti e/o per la stesura dei capitolati speciali d'appalto ed offre una maggiore tranquillità e semplificazione relativamente alla correttezza degli aspetti formali della procedura di acquisto. Permette, infatti, di superare alcune problematiche di carattere formale quali, ad esempio, il rispetto dei termini, l'integrità delle buste, indicazioni non precise sui plichi, errori di registrazione, incompletezza della documentazione prevista per la fase di preselezione o di offerta.

I costi di vendita diminuiscono...
I costi di vendita delle Imprese diminuiscono grazie alla riduzione delle spese legate all'intermediazione e alla gestione dell'intero processo di vendita.
I costi per la gestione on line sono, infatti, inferiori se rapportati alle procedure di gara tradizionali: vengono meno i tempi e i costi da sostenere per la produzione e la consegna della documentazione da presentare per ogni gara, riducendo il rischio di mancata consegna nei termini indicati dalle Amministrazioni.

...e si ottimizzano i tempi
La maggiore snellezza e velocità delle fasi di presentazione dell'offerta da parte delle Imprese e la sensibile riduzione della documentazione da presentare per ogni gara - relativa alla dimostrazione dei requisiti di affidabilità aziendale - permette di semplificare e accelerare i tempi di presentazione dell'offerta e di perfezionamento del contratto.

Dinamismo

Indagini di mercato immediate
I cataloghi del Mercato Elettronico permettono di prendere visione in modo semplice e completo delle caratteristiche tecniche ed economiche necessarie per effettuare, in ogni momento, analisi di mercato.
L'ampiezza di gamma dell'offerta consente di individuare soluzioni innovative e personalizzate sulle singole esigenze e - soprattutto per alcune tipologie di fornitura - di avvalersi di offerte in linea con le più recenti evoluzioni tecnologiche.

In continuo aggiornamento
Il Mercato Elettronico consente ai Fornitori di abilitarsi, ampliare e modificare la propria offerta merceologica ed economica in qualsiasi momento, dando vita ad un processo competitivo trasparente, basato sia sull'innalzamento della qualità dei prodotti e dei servizi offerti sia sul miglioramento dei prezzi.
Rispetto alle modalità di offerta tradizionali, il dinamismo del catalogo offre l'opportunità agli operatori economici di porre in atto, in tempo reale, vere e proprie promozioni in termini di prezzo e di nuove linee di prodotto anche a vantaggio delle Pubbliche Amministrazioni.

Opportunità

Tracciare e archiviare gli acquisti
Oltre a un'archiviazione e catalogazione dei contratti più snella e standardizzata, il Mercato Elettronico permette un monitoraggio diretto e costante degli acquisti anche con la possibilità di tracciare e di effettuare analisi comparate. Inoltre, la dematerializzazione della documentazione offre la possibilità di attuare progetti di gestione documentale digitale.

Uffici acquisti 'più leggeri', attività a maggior valore
Gli addetti ai lavori - liberati dai compiti più burocratici e di routine - possono dedicare più tempo ad attività a maggior valore aggiunto come, ad esempio, la rilevazione dei fabbisogni, la valutazione dell'effettiva convenienza delle offerte presentate, la predisposizione di piani di acquisto e di controllo della spesa.

Un'occasione per rinnovare
L'utilizzo del Mercato Elettronico rappresenta anche un'opportunità per gli utilizzatori di 'gestire meglio' gli acquisti grazie alla maggior snellezza e trasparenza delle procedure amministrative. Favorisce, infatti, l'innovazione dei processi di approvvigionamento attraverso un 'ripensamento' delle logiche di acquisto in termini di maggior efficacia ed efficienza e stimola un accrescimento delle professionalità degli addetti agli acquisti.

La valorizzazione delle aziende locali
L'attivazione di un nuovo canale di relazione commerciale con la P.A. a costi contenuti, considerata la gratuità della partecipazione al Mercato Elettronico, permette alle Imprese una maggior presenza territoriale e un ampliamento del presidio geografico.
I Fornitori, infatti, possono scegliere dove vendere, partendo da una dimensione locale legata alla provincia, arrivando ad un contesto regionale, fino ad offrire i propri prodotti/servizi in tutta Italia. In tal senso, il sistema è flessibile consentendo, agli operatori economici, ambiti operativi di diversa estensione a seconda delle specifiche esigenze e capacità e, alle Amministrazioni, di visualizzare le offerte negoziando anche sulla base di specifiche viste geografiche.

4. IL MERCATO ELETTRONICO E LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

In un'economia basata sulla piccola e media impresa, il coinvolgimento delle PMI nelle attività del Programma per la razionalizzazione degli acquisti assume un'importanza strategica, non solo per la funzione di 'traino' dell'intero sistema economico nazionale ma anche, più specificamente, per fornire un'adeguata risposta alle esigenze delle Amministrazioni presenti sul territorio.

In tale ottica, un ruolo preponderante è affidato al Mercato Elettronico della P.A che per le sue caratteristiche  si presta particolarmente, grazie a requisiti per l'accesso minimi, all'utilizzo da parte delle PMI.

Con la collaborazione delle Associazioni di categoria, nasce quindi l'iniziativa Sportelli in Rete che prevede l'attivazione sul territorio di sportelli finalizzati a fornire supporto operativo e immediato alle Imprese per l'accesso e l'utilizzo del Mercato Elettronico della P.A..
Sportelli in Rete valorizza la rete territoriale delle Associazioni imprenditoriali per veicolare le informazioni e moltiplicare i benefici verso il maggior numero possibile di PMI, contribuendo così alla diffusione dell'e-Procurement nel mondo delle Imprese.

5. UN QUADRO GARANTITO

La nascita
Il Mercato Elettronico della P.A. nasce con il D.P.R. 101/2002 che disciplina lo svolgimento di procedure telematiche di acquisto che consentono alle Amministrazioni di effettuare approvvigionamenti di beni e servizi attraverso sistemi automatizzati di scelta del contraente: le gare telematiche e, appunto, il Mercato Elettronico per i soli acquisti al di sotto della soglia comunitaria.
Il DPR n. 101/2002, art. 11, comma 5, assegna al Ministero dell'Economia e delle Finanze e al Dipartimento per l'Innovazione e le Tecnologie della Presidenza del Consiglio dei Ministri il compito di predisporre, anche attraverso proprie concessionarie, un Mercato Elettronico cui tutte le P.A. possano accedere. Con tale presupposto il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha dato incarico a Consip di realizzare il Mercato Elettronico della P.A..

La regolamentazione di prossima applicazione
Il D.P.R. n. 101/2002 si applica fino all'entrata in vigore del regolamento di attuazione del Codice dei contratti (che disciplinerà il ricorso a procedure di gara interamente gestite con sistemi telematici), nei limiti di compatibilità con il Codice.

I principali riferimenti normativi
- D.P.R. 4 aprile 2002, n. 101 - disciplina lo svolgimento delle procedure telematiche di acquisto, nasce il Mercato Elettronico della P.A.;
- Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163 - Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture;
- Legge 27 dicembre 2006 n. 296 - Legge Finanziaria 2007 - le Amministrazioni statali centrali e periferiche sono tenute a far ricorso al Mercato Elettronico della P.A. per gli acquisti sotto soglia.